Sei un nuovo utente ?

IN REGIONE

8 milioni di euro per attrarre investimenti in Emilia-Romagna
11 Agosto 2017 

La Giunta regionale ha approvato un bando con delibera n. 1061 del 17 luglio 2017 che dà attuazione alla legge regionale n.14 del 18 luglio 2014, Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna focalizzando sugli investimenti in grado di accelerare la diffusione di attività e di competenze avanzate legate a Industria 4.0


Il bando (con una dotazione iniziale di 8 milioni di euro integrabili sulla base di risorse aggiuntive previste nelle prossime annualità) è finalizzato all'approvazione di proposte di investimento di alta rilevanza strategica attraverso la sottoscrizione di Accordi regionali di insediamento e di sviluppo che rispondano agli obiettivi di interesse regionale per:

  • accrescere la competitività delle filiere e dell’intero sistema produttivo regionale rafforzandone la capacità innovativa;
  • integrarsi col sistema regionale della ricerca e della formazione avanzata, contribuendo al suo miglioramento;
  • produrre significativi effetti occupazionali diretti e indiretti, a livello quantitativo e qualitativo, nonché positive ricadute sul territorio in termini di impatto economico, di sostenibilità ambientale e sociale.

Possono presentare domanda le imprese singole che esercitino attività diretta alla produzione di beni e di servizi (come indicato all’art. 2195 del c.c.) non ancora attive in Emilia-Romagna, ma che intendono investire sul territorio regionale o le imprese già presenti con almeno una unità locale in Emilia-Romagna.

 

Il programma di investimento deve riguardare uno degli ambiti sotto elencati:

  • Big Data for Business;
  • internet of Things;
  • intelligenza artificiale;
  • realtà virtuale e aumentata

 

Le tipologie di intervento ammissibili saranno:

  • investimenti per la realizzazione di strutture di ricerca;
  • interventi di ricerca e di sviluppo;
  • interventi formativi;
  • assunzione di lavoratori svantaggiati e lavoratori disabili;
  • investimenti per l’efficienza energetica, la cogenerazione ad alto rendimento, la produzione di energia da fonti rinnovabili, impianti di teleriscaldamento e teleraffreddamento, nonché per il riciclaggio e il riutilizzo dei rifiuti.

 

Le domande possono essere presentate a partire dal 24 luglio 2017 fino al 30 settembre 2017, tramite posta elettronica certificata (Pec) all'indirizzo regionale sportelloestero@postacert.regione.emilia-romagna.it

 

A completamento inviamo in allegato il testo della delibera.