Sei un nuovo utente ?

-->

COMUNICAZIONE E STAMPA

Burocrazia, Buia a Radio 1: snellire regole e procedure per rilanciare l’economia
5 Dicembre 2017 

L’Italia dei blocchi e della burocrazia che soffoca imprese e cittadini: questo il tema su cui è intervenuto stamattina il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, su Rai Radio 1, nel corso della trasmissione “Sei su Radio 1 – Voci del mattino”, insieme all’imprenditore Oscar Farinetti e al giornalista Giorgio Barbieri.

 

La sedimentazione normativa e le lungaggini burocratiche rappresentano un problema sia nel settore pubblico che in quello privato: per realizzare un’opera pubblica superiore ai 50 milioni di euro, ha ricordato infatti Buia, occorrono 10 anni, i 2/3 dei quali sono esclusivamente destinati agli adempimenti amministrativi. Stesso discorso nel settore privato: per una concessione edilizia servono circa 230 giorni, un dato che contribuisce a tenere il nostro Paese agli ultimi posti tra quelli in cui fare impresa. Di qui il monito del presidente dell’Ance: è necessario avviare concretamente un reale processo di snellimento delle regole e delle procedure per riuscire a far fare al Paese quel salto di modernità ed efficienza necessario per consolidare la ripresa.

 

Troppa burocrazia significa poi, secondo Buia, anche maggiore possibilità di aggirare le regole. Temi sui quali occorre concentrare gli sforzi del legislatore e sui quali l’Ance intende chiedere un impegno preciso a tutte le forze politiche che si dovranno confrontare in vista della prossima tornata elettorale.

 

Vai all'intervista